Educazione a bordo

Il tema è di quelli che scottano: educazione dei pendolari a bordo di un treno. Oggi avevo davvero sonno e appena il treno è partito mi sono addormentata. In sottofondo una fastidiosa voce mi ha accompagnato per quasi tutto il viaggio.

La ragazza seduta dietro di me ha parlato al telefono per tutto il tempo non curante del fatto che la stessa conversazione avrebbe potuto farla con un tono di voce più basso.

Mi rendo conto che per qualcuno il tempo in treno va semplicemente ottimizzato. Non importa se la propria conversazione viene ascoltata da tutte le persone che sono a bordo. La serata va organizzata a tutti i costi e la riunione di lavoro va fatta, in treno o in ufficio!

Invece il treno di ogni pendolare per me dovrebbe essere così: vuoto!

image

Così sarà più facile per ognuno dormire, telefonare o lavorare in treno! 😉

One thought on “Educazione a bordo

  • March 14, 2012 at 7:38 am
    Permalink

    Il treno ideale, il pendolarismo ideale. In altrenativa si potrebbe ideare un guardaroba, in salita, dove lasciare cellulari, dispositivi audio/video e quant’altro possa disturbare (fatte salvo le corde vocali) … ma l’educazione sarebbe, in effetti, la soluzione migliore.

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *