Inizio settimana con litigio in treno

Come tutte le mattine, ma in particolar modo di lunedì, anche stamattina stavo facendo il mio sonnellino durante il viaggio di andata verso Firenze.

E’ stato il tragitto ideale: nessuno che parlava a voce alta, niente ritardo e un vicino di posto tranquillo e dormiente come me. Insomma, nulla da segnalare. Al mio risveglio però sento un uomo che parla al telefono in maniera piuttosto animata. Sul momento non metto subito a fuoco il tipo di conversazione, ma pian piano che mi sveglio inizio a capire qualcosa.

Si trattava di un classico litigio tra un uomo e una donna. Lui era particolarmente agitato, non si preoccupava del fatto che tutto il vagone potesse facilmente ascoltare la sua conversazione. Totalmente disinibito, non esitava a rafforzare i suoi concetti anche con l’uso di bestemmie.

Aveva un accento del nord Italia, azzarderei veneto, ma non se sono sicura. Ascoltandolo, ho immaginato due scenari: il primo prevedeva un tradimento. Un certo Luca si era rifatto vivo con lei dopo due settimane, “come ti avevo detto io”. L’altro scenario invece, era reso plausibile dal fatto che ad un certo punto non si parlava più solo di Luca, ma anche dei suoi colleghi. Per cui ho immaginato lei divisa tra due fazioni, quella di lui e quella dei suoi colleghi. Lui ad un certo punto ha detto “i tuoi colleghi lo so cosa ti dicono, che sono uno che bestemmia..”.

Qualsiasi fosse stato il motivo del litigio, mi ha sorpreso la lucidità con cui l’uomo affrontava la conversazione (a quell’ora del mattino). Ricordava dettagli e soprattutto sapeva interpretare il comportamento di lei, in un modo che solitamente appartiene alle donne e non agli uomini.

La frase che più mi ha colpito è stata “Tu mi dici lasciamo stare perchè non sai cosa altro dire. Quando reagisci così vuol dire che ti ho messa nell’angolo”. Non so spiegarvi perché, ma questa frase mi è suonata molto strana pronunciata da un uomo.

L’altra cosa che ho pensato è stata che, come inizio di settimana, un litigio così alle 7:30 di mattina in treno non è affatto male. Ad arrivare a venerdì…

5 thoughts on “Inizio settimana con litigio in treno

  • November 3, 2014 at 4:30 pm
    Permalink

    se era veneto, non erano bestemmie.
    «la bestemmia c’entra con la sintassi, essa sostituisce tutti gli articoli e congiunzioni tra una parola e l’altra, cavi la bestemmia, non scorre più il discorso!» (cit.)

    Reply
    • November 3, 2014 at 5:36 pm
      Permalink

      Ahahah! Avrebbe dovuto usare anche lui questo argomento con lei e i suoi colleghi! 😀 “Ipocriti!”

      Reply
  • November 3, 2014 at 5:13 pm
    Permalink

    Non male come inizio settimana. Evidentemente lui conosce molto bene lei, i suoi comportamenti. Interessante sapere i retroscena

    Reply
    • November 3, 2014 at 5:37 pm
      Permalink

      Decisamente non male! Ah si, quanti retroscena in più avrei voluto sapere anche io. Fossi stata un pochino più sveglia e reattiva forse avrei capito anche di più.

      Reply
  • Pingback: Pensavo fosse amore... | Vita da Pendolare

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *