L’ultima ad “abbandonare la nave”

Stamattina ho preso il treno alla solita ora, solito posto e soprattutto solito sonno! Mi sistemo come sempre e appena il treno parte… Buio! Metto il cappuccio e lo faccio scivolare fino a coprire la luce. Una luce artificiale, perché a quell’ora, ahimè, é ancora notte.

Come tutte le mattine cado in un sonno profondo. Apro gli occhi proprio prima di arrivare a Firenze S.M.N. e penso che ho ancora qualche secondo per richiudere gli occhi. Quando li riapro mi rendo conto che quasi tutte le persone nella mia carrozza sono scese.

Mi alzo, mi preparo a scendere e, viste le recenti (tristi) vicende avvenute all’isola del Giglio, mi viene in mente che oggi io sono stata l’ultima ad “abbandonare la nave”!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *