Pendolari a rischio stress, ma va?

Ieri un utente è arrivato sul blog digitando questa chiave di ricerca: “sono stanca di fare la pendolare”. Chiunque tu sia, semmai tornerai a leggere questo blog, sappi che anche io sono stanca e che hai tutta la mia solidarietà!

Stando a quanto riportato ieri da un articolo de Il Sole 24 Ore, abbiamo anche tutti i motivi per sentirci stanche. Lo studio di cui si parla sostiene che i pendolari, che siano al volante o sui mezzi pubblici, sono più esposti al rischio di stress. Dice il medico del Lavoro Stefano Massimo Candura che “Il pendolarismo è una forte causa di stress e le conseguenze sull’organismo sono avvertibili sia a livello fisico che sul piano psicologico”. A pensarci bene dottor Cardura, ce ne eravamo accorti!

Comunque, a leggere tutto l’articolo ne emerge un quadro inquietante. Si passa da “manifestazioni emotive come ansia, irritabilità, attacchi di panico, depressione, crisi di pianto” per arrivare a “disturbi della sfera comportamentale, come disturbi alimentari (mangiare troppo o troppo poco) e l’abuso di sostanze voluttuarie come il fumo”.

Nei casi più gravi “si arriva all’abuso di coca e altre sostanze” e a “disturbi della sfera sessuale, come perdita di interesse e diminuzione della libido”. Ma non finisce qui eh.. Sul piano fisico abbiamo ancora: mal di testa, ulcera, colon irritabile, pressione alta e depressione del sistema immunitario (pure lui depresso?).

Insomma, un bollettino di guerra! Però, una magra consolazione almeno per chi viaggia per oltre un’ora c’è. Infatti uno studio svedese rivela che “i pendolari che impiegano tra i 30 e i 60 minuti di viaggio sono più stressati di quelli che impiegano più di un’ora: infatti questi ultimi avrebbero più tempo per rilassarsi”.

Studi a parte, come mi è capitato di sottolineare già qualche giorno fa, è vero che la vita da pendolare è causa di stress. Ma è anche vero che a volte ti regala momenti di inaspettato divertimento, quando ad esempio ti imbatti nei tanti personaggi buffi e assurdi che popolano i mezzi pubblici. Come è altrettanto vero che può farti incontrare persone che altrimenti non avresti mai conosciuto, con le quali condividere le esperienze pendolari e non solo.

Quindi cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno, anche nei periodi di maggiore stress! E se proprio non ce la fate più, in queste “pagine” troverete sempre la mia comprensione e solidarietà.. per quello che vale!

2 thoughts on “Pendolari a rischio stress, ma va?

  • February 25, 2015 at 6:19 pm
    Permalink

    E meno male che ce lo dicono gli studiosi, perché se noi non ce ne accorgiamo. Io per il momento mi limito ad abusare del fumo. Col cibo già abbondavo prima. Però, vuoi mettere: e quando mai vi avrei conosciuti se non fossi pendolare… Vabbè, pure blogger, ma è un dettaglio

    Reply
    • February 26, 2015 at 4:05 pm
      Permalink

      Sì, questa ricerca rientra nella cerchia di studi che quando vengono presentati suscitano reazioni del tipo “ma dovevano farci uno studio sopra per scoprire quello che tutti sapevano già”. Comunque effetti nefasti a parte, vuoi mettere le belle mangiate di tortellini e gricia in vostra compagnia?! 😉

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *