Pendolari vs. universitari

Aspro dibattito ieri pomeriggio al rientro dal lavoro sul tema “pendolari che odiano gli universitari”. Tutto via Twitter:

 

Dall’Università di Padova all’Università di Pisa. Senza distinzioni di sesso, razza o religione. Le matricole universitarie al rientro da una nuova elettrizzante giornata di lezione salgono in treno iper eccitate, parlano parlano parlano.. e non importa se hanno gli occhi puntati di un intero vagone di pendolari alienati che vorrebbe sfruttare il tempo in treno per riposarsi.

Loro sono all’Università, hanno terminato la scuola e per questo hanno vissuto la vita. Ti guardano pensando.. “io non sarò mai come loro”. Il pendolare con qualche anno in più di esperienza li guarda pensando.. “io ho davvero vissuto la vita”. Insomma alla fine del tragitto tutto si riduce ad una lotta di sguardi per dimostrare di avere l’ego più grande dell’altro!

Conclusione:
– nessuno ha la certezza di “non diventare come loro” nè quella di aver vissuto veramente la vita.
– anche gli universitari in fondo sono dei pendolari in erba.
– il treno è arrivato e addio riposino.

4 thoughts on “Pendolari vs. universitari

  • October 9, 2013 at 9:12 am
    Permalink

    Sono solo l’incoscienza di un pendolare alle prime armi e il sovraccarico ormonale, col tempo passano entrambi.
    Del resto dovete avere un po’ di comprensione perchè prendere una matricola di ingegneria informatica e metterla in un vagone con le matricole di biologia è come chiudere un lagotto in una tartufaia.

    Comunque già a gennaio si sono dati una calmata di solito: un normale processo di assuefazione ai feromoni.

    Reply
    • October 9, 2013 at 9:20 am
      Permalink

      Ad onor del vero, grazie alle reminiscenze universitarie, ho pensato anche io che l’entusiasmo iniziale scemerà presto e una selezione naturale abbatterà il numero di partecipanti alle lezioni e di conseguenze di universitari pendolari. Rimaniamo in trepidante attesa!

      Reply
  • October 9, 2013 at 10:27 am
    Permalink

    Devo dire che sono alquanto molesti gli universitari. Dopo aver viaggiato con loro sai tutto sulle loro lezioni e sui professori, ma trovo che l’entusiasmo sia una bella cosa e quasi un po’ li invidio. Purtroppo per loro prima o poi verranno dalla nostra parte. Che poi, dai, non è mica così male

    Reply
    • October 9, 2013 at 1:07 pm
      Permalink

      Si ma infatti va tutto preso con la dovuta ironia. Fino a qualche anno fa ero dalla loro parte, matricola appena trasferita dal paesino in Umbria a Roma. Altro che spaccare il mondo! E anche ora, praticante del pendolarismo estremo.. certe volte mi sembra ancora di spaccare alla grande! Ahah!

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *