Salviamo i pendolari dagli annunci automatici

Ore 6:12 parte il treno.

Primo annuncio: il treno effettuerà fermata a Pisa Centrale, Pontedera – Casciana Terme, Empoli, Lastra a Signa, Firenze Rifredi e arriverà a Firenze SMN alle ore 7:27. “Trenitalia vi augura buon viaggio”. In italiano e in inglese. Legittimo e corretto informare i viaggiatori.

Secondo annuncio: a bordo ci sono le forze dell’ordine a disposizione del capotreno. Bene ci sentiamo più sicuri, solo noi italiani però, agli stranieri questo non glielo traduciamo.

Terzo annuncio: il treno è dotato di un sistema di videocamere. Ottimo, ci sentiamo ancora più al sicuro, sempre solo noi italiani. Fortunati!

Quarto annuncio: siamo in arrivo nella stazione di Pisa Centrale. We’re now arriving in Pisa Centrale.

Quinto annuncio: dal 1 luglio, per richiedere l’abbonamento con la riduzione ISEE è necessario seguire il nuovo regolamento. Bene, grazie, è da luglio che ce lo state dicendo. Siamo ad ottobre. Ma grazie lo stesso. Questo agli stranieri non c’è bisogno di tradurglielo.

Sesto annuncio: nelle stazioni di Milano Centrale, Roma Termini e Firenze SMN per accedere ai binari è necessario mostrare il biglietto. FALSO. A Firenze succede pochissime volte e solo nei binari dell’alta velocità. Gli abusivi sono sempre lì a rompere le scatole ai turisti. Possiamo smetterla con questo annuncio? Soprattutto a quest’ora del mattino. Amici stranieri non credete all’annuncio appena fatto anche in inglese!

Settimo annuncio: siamo in arrivo nella stazione di Pontedera – Casciana Terme. We’re now arriving in Pontedera – Casciana Terme.

Ottavo annuncio: a bordo ci sono le forze dell’ordine a disposizione del capotreno. Bene, ora anche chi è salito a Pisa e Pontedera sa che può stare tranquillo.

Nono annuncio: il treno è dotato di un sistema di videocamere. Ok, i pisani sono rassicurati.

Decimo annuncio: siamo in arrivo nella stazione di Empoli. We’re now arriving in Empoli. Segue elenco delle possibili coincidenze, rigorosamente senza indicazione del binario, in italiano e inglese.

Undicesimo annuncio: dal 1 luglio, per richiedere l’abbonamento con la riduzione ISEE è necessario seguire il nuovo regolamento. Capito evasori della provincia di Pisa e Firenze? Avete finito di fare i furbetti.

Dodicesimo annuncio: nelle stazioni di Milano Centrale, Roma Termini e Firenze SMN per accedere ai binari è necessario mostrare il biglietto. NON È VERO! IT’S NOT TRUE.

Tredicesimo annuncio: siamo in arrivo nella stazione di Lastra a Signa. We’re now arriving in Lastra a Signa.

Quattordicesimo annuncio: siamo in arrivo nella stazione di Firenze Rifredi. We’re now arriving in Firenze Rifredi. Via, coincidenze come se non esistesse un domani. Nessuna indicazione di binario. A che servirà allora quell’elenco?

Quindicesimo annuncio: siamo in arrivo nella stazione di Firenze SMN, termine corsa del treno. We’re now arriving in Firenze SMN, final destination of this journey. Giù, nuovo elenco di coincidenze.

Ore 7:27 il treno è arrivato a destinazione puntuale.

Conclusioni:

    – Ringraziamo per la puntualità, purtroppo mai scontata.
    – Ringraziamo anche per la lunga lista di annunci, ovviamente nulla da dire sulle informazioni relative alle prossime fermate.
    – Sulle altre info.. farei un po’ di selezione. Soprattutto in un treno che parte alle 6:12 del mattino, carico di pendolari, sempre i soliti pendolari, che ormai ne sanno quasi più dei capotreno.
    – Apprezzeremmo inoltre la stessa volontà di informare i viaggiatori anche quando il treno è in ritardo o improvvisamente si ferma nella campagna pisana a causa di chissà quale guasto. Perché è in quei momenti che vorremmo veramente sapere cosa sta succedendo.
    – Anche se ci sono le telecamere, apprezzeremmo inoltre che il capotreno si faccia vivo ogni tanto tra le carrozze, così per assicurarsi che sia tutto ok.
    – Chiedo scusa per la vena polemica appena percettibile, ma quei 15 annunci in un’ora e venti di viaggio non mi hanno fatto dormire stamattina e questo mi rende facilmente irritabile.

Mi consolo pensando che il treno è arrivato puntuale e che, al di là di tutto, oggi è venerdì!

18 thoughts on “Salviamo i pendolari dagli annunci automatici

  • October 2, 2015 at 2:36 pm
    Permalink

    Anche quello delle ore 5.00 con 13 annunci!! E un’ora prima si ha ancora più sonno!!!

    Reply
    • October 2, 2015 at 2:40 pm
      Permalink

      Marta hai tutta la mia solidarietà! (ma come fai a prendere il treno alle 5!?)

      Reply
    • October 3, 2015 at 9:12 am
      Permalink

      Non sono l’unica..ahimè altri infermieri come me vivono a Livorno e lavorano a Firenze..l’unico treno per arrivare in orario alle 7 è solo quello delle 5!!!

      Reply
      • October 6, 2015 at 8:38 am
        Permalink

        Complimenti davvero, per la tenacia che avete nell’affrontare il pendolarismo e la vostra professione! Chapeau! 🙂

        Reply
  • October 2, 2015 at 5:44 pm
    Permalink

    ehm… non so come siano finiti sul tuo post, ma questa incursione di annunci sul viagra nella pagina che parla degli annunci di trenitalia, beh, può anche avere il suo perché, ecco… 😯

    Reply
    • October 6, 2015 at 8:23 am
      Permalink

      Che? Cosa? Quali annunci? Scherzi vero?
      Volevi dire che tra tutti gli annunci che hanno fatto potevano aggiungerne altri due o tre di spam sul viagra?! :S

      Reply
  • October 2, 2015 at 5:53 pm
    Permalink

    Nella traduzione in inglese sui treni che prendo io utilizzano tre timbri di voce (automatici) diversi per lo stesso annuncio, con effetti talvolta esilaranti 😀 😀

    Reply
    • October 6, 2015 at 8:24 am
      Permalink

      Si, la versione inglese regala sempre grandi soddisfazioni! Tra la voce (o le voci) automatiche e la traduzione a volte maccheronica, non ci si annoia mai.. 😀

      Reply
    • October 6, 2015 at 8:32 am
      Permalink

      Potresti avere ragione Gabriele! Peccato quelle siano state 15 sveglie non richieste! 😀

      Reply
  • October 2, 2015 at 7:20 pm
    Permalink

    Non è informazione, è fumo negli occhi… almeno secondo me.
    Buona serata.
    Quarc

    Reply
    • October 6, 2015 at 8:26 am
      Permalink

      Fin tanto che vengono annunciate le fermate è informazione, il resto può anche essere fumo negli occhi. Di fatto, è inutile annunciare la presenza di telecamere o forze dell’ordine a bordo se poi il capotreno non passa nemmeno una volta per i corridoi e non controlla nemmeno un biglietto.
      Buona giornata a te! 🙂

      Reply
    • October 6, 2015 at 8:27 am
      Permalink

      Assoluta sovrabbondanza, quando l’unico messaggio che avremmo voluto sentire è “Vi siete alzati molto presto, ora godetevi il viaggio e riposate bene”. Ah.. fantascienza! 😀

      Reply
  • October 2, 2015 at 7:06 pm
    Permalink

    si dovrebbero prevedere degli scompartimenti per chi la mattina vuole sfruttare il viaggio per recuperare un po’ di sonno. Luce soffusa, poco rumore, magari qualcuno che controlla che non ci siano borseggiatori…
    Lo so è fantascienza, ma a me Asimov è sempre piaciuto 😉

    Reply
    • October 6, 2015 at 8:34 am
      Permalink

      Matteo dimmi dove devo firmare! Sogno da anni una carrozza dove regni il silenzio. Poi posso provvedere da sola a ripararmi dalla luce e dai borseggiatori. A quell’ora mi accontenterei solo del silenzio! 😉

      Reply
    • October 6, 2015 at 9:18 am
      Permalink

      Non è fantascienza! In Svizzera, in alcuni treni è richiesto il silenzio. Per cui non si potrebbero sentire le radioline, telefonare e chiacchierare. Il più delle volte funziona… anche se i maleducati sono dappertutto.
      Buon giorno a tutti.
      Quarc

      Reply
  • Pingback: Se anche l'annuncio arriva in ritardo.. | Vita da Pendolare

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *