Se la suonano e se la cantano

Mi scuso innanzitutto per la mia lunga assenza, ma il cambio di lavoro ha un po’ “stravolto” le mie abitudini e mi ha lasciato meno tempo da dedicare ai miei racconti. Per fortuna (per fortuna?) continuo la mia vita da pendolare, stessa tratta, stesso treno e quindi posso ancora godere delle gioie che questo stile di vita offre!

Al rientro dalle vacanze estive ho notato nuovi annunci audio all’interno del treno. Ma ancora una volta Trenitalia se la suona e se la canta! Fa l’annuncio “Si ricorda che è vietato salire a bordo senza biglietto o con biglietto non convalidato… bla bla bla.. Trenitalia sta intensificando i controlli a bordo treno”. Passa un’ora e mezzo di viaggio e non passa nessuno!

Il viaggiatore occasionale, con l’ottimismo che lo contraddistingue, appena sente l’annuncio si appresta a prendere il proprio biglietto, controllare che tutto sia corretto e tenerlo in mano fino all’arrivo del controllore. Al termine del suo viaggio in treno scoprirà che il controllore non passerà.

Triste e sconsolato, rimette a posto il biglietto e scende. Avrei voluto mettergli la mano sulla spalla e consolarlo. Ma come si dice quando i bambini piccoli vivono situazioni deludenti.. è tutta esperienza!

2 thoughts on “Se la suonano e se la cantano

  • October 3, 2012 at 7:05 am
    Permalink

    Sono annunci intimidatori ma funzionano solo con i “pivelli” del viaggio. I controllori sono razza assonata al mattino, quanto i pendolari e si sa che preferiscono poltrire che gettarsi nella bolgia dei viaggiatori.

    Reply
    • October 3, 2012 at 12:34 pm
      Permalink

      Diciamo che al pomeriggio non sono più presenti della mattina. Ma poveri, anche loro come i “pivelli” del viaggio mi fanno tenerezza. Sono quasi l’unico contatto umano che i viaggiatori hanno con Trenitalia: subiscono la frustrazione di una nazione intera! 😉

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *