“La ragazza del treno” di Paula Hawkins

La ragazza del treno di Paula Hawkins

“Non guarderete mai più da un finestrino con gli stessi occhi”. È proprio vero!

Ieri sera ho terminato la lettura del romanzo “La ragazza del treno” che la casa Editrice Piemme mi ha inviato in anteprima. Il libro Paula Hawkins, già un successo negli USA e in UK, è finalmente disponibile a partire da oggi 23 giugno 2015 anche in Italia.

Ho iniziato la lettura del libro una settimana fa. Non sono abituata a leggere, di solito mi viene sonno dopo aver letto poche righe. Questa è la causa principale per cui non leggo praticamente mai. Se lo faccio a letto crollo dopo un secondo, stessa cosa vale per il divano. Idem per il treno.

Quando ho accettato l’invito della casa editrice sapevo che avrei dovuto fare uno sforzo per arrivare fino alla fine del libro. Inizio la lettura in treno, del resto con un titolo del genere mi sembrava la location più adatta.

Faccio la conoscenza di Rachel, protagonista del libro e la trovo subito strana. Ha dei comportamenti che non capisco (ma che capirò in seguito) e altri molto familiari. Sono quelli che qualsiasi pendolare mette in atto. Lei si guarda intorno, studia i passeggeri che viaggiano con lei, siede sempre lato finestrino (come me) e durante il tragitto guarda fuori. La sua attenzione viene catturata da una coppia che vive in una delle case visibili dai binari. Tutti i giorni il treno si ferma al semaforo e lei può assaporare un breve spaccato della vita di quella coppia.

Mi ha ricordato tutte le volte che passando in treno tra Pontedera e Pisa vedo le villette a schiera poco distanti dai binari. Tante volte mi sono chiesta come è vivere in quelle villette. Il rumone dei treni che passano non sarà troppo molesto? Oppure dopo un po’ non ci si fa più caso? Purtroppo (o per fortuna) non mi è mai capitato di vedere anche chi abita in quelle villette, per cui non ho mai avuto modo di immaginare la loro vita.

Rachel invece si affeziona a quella coppia, fantastica sulla loro vita e sui loro progetti, fino a che un giorno vede qualcosa che sconvolge ogni sua certezza e che cambierà per sempre la sua stessa vita.

Tranquilli, mi fermerò qui, non c’è alcun rischio di spoiler nel continuare la lettura di questo post. Quello che posso dirvi è che da quel momento la lettura del libro mi ha coinvolto in un modo che non credevo possibile.

La ragazza del treno - curiosità

Sono rimasta ipnotizzata, completamente catturata da quelle pagine, dai colpi di scena e dal susseguirsi degli eventi. Fino al colpo di scena finale, un finale del tutto inaspettato.

Che altro posso dire? A me questo libro è piaciuto, se fossi in voi lo leggerei.