Una locura

Questo post lo dedico ad una collega, pendolare anche lei, dalla tratta più corta rispetto alla mia ma con “fattore di difficoltà” elevato: 2 figli!! Che detto così sembra brutto, ma conoscendo quanto può essere frustrante la vita da pendolare posso solo immaginare quanto sia difficile conciliare questa vita con quella della mamma!

Ieri sera ha pubblicato questo post su FB:
“7:30 uscita, 7:35 consegna pargoli al pulmino, 7:47 treno in ritardo, 8:45 arrivo in ufficio, 19:05 uscita ufficio, 19:38 treno cancellato, 19:50 partenza treno, 20:30 dopo 13 ore rientro a casa. Mmm.”

Ovviamente il mondo femminile si é mobilitato per esprimerle massima solidarietà per “the hard life of the working mom” e per quella che lei stessa ha definito una “locura”.

Non conoscevo il significato di questa parola e come il 90% dei navigatori l’ho cercata su Google. É una parola spagnola e da quello che ho capito significa “alienazione”. Nella traduzione italiana di Wikipedia ho trovato però la parola “follia”. Ora, tra l’una e l’altra direi che potrebbero andare bene entrambe se applicate alla vita da pendolare!

Comunque, oltre a rinnovarle la massima solidarietà, mi chiedo dove trovi il tempo per creare questi dolci meravigliosi!

Coraggio working mom! Da quello che vedo, te la cavi alla grande!

2 thoughts on “Una locura

  • January 11, 2012 at 6:13 pm
    Permalink

    Ilaria, sono cosi’ contenta di aver trovato tanto supporto in un momento di grande fatica. E poi dicono che non c’e solidarieta’ femminile! Voi tutte mi avete capito al volo e il vostro pensiero mi ha sostenuta, grazie 🙂

    Reply
  • January 11, 2012 at 9:02 pm
    Permalink

    Io viaggio una volta ogni 2 settimane per tornare dal mio boy e dalla mia famiglia..non vivo esattamente lo stress di una vita quotidiana da pendolare o magari lo vivo solo x 2/3 volte al mese..ma mi sento pienamente solidale a voi e avete tutta la mia stima!! solo per svegliarvi così presto vi dovrebbero dare la medaglia da eroi!!!

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *